13GG: PRATO – BORGO: 2-1

RETI: 19’ rig. Maione (P), 45’+1 Finocchio (B), 76’ Renzi (P)

PRATO: Pagnini, Sciannamè, D’Orsi (58’ Tomaselli), Bellucci (68’ Renzi), Maione, Angeli (83’ Noferi), Cestaro, Pardera, Nicoli (68’ Lugnan), Soldani, Tavanti (68’ Piampiani). A disp: Reggiani, Grillo, Romiti, Ba. All: Marco Amelia

BORGO SAN DONNINO: Frattini, Dodi, Vecchi, Porcari, Casarini, Som, Lancellotti, Mehmetaj (52’ Caniparoli), Finocchio, Abelli, Lupoli (52’ Bajic). A disp: Ghidetti, Venturini, Marchi, Bigotto, Baldini, Petronelli, Romeo. All: Gianluca Baratta

ARBITRO: sig. Alessandro Cutrufo di Catania (assistenti: sig. Daljit Singh di Macerata e sig. Zef Preci di Macerata)

ESPULSO: 16’ Casarini (B)

AMMONITI: 26’ Porcari (B), 36’ Pardera (P), 77’ Baratta (B)

NOTE: terreno di gioco in ottime condizioni, spettatori 400 circa.

Seconda sconfitta consecutiva per il Borgo San Donnino, superato per 2-1 dal Prato nel match valido per la tredicesima giornata del Girone D di Serie D. Al “Torrini” di Sesto Fiorentino, la formazione guidata da Gianluca Baratta ha subito un gol per tempo, vedendosi così costretta a rimandare per l’ennesima volta l’appuntamento con i tre punti: a decidere la sfida in favore dei padroni di casa sono state le reti segnate al 19’ da Maione e al 76’ da Renzi, intervallate dal momentaneo pareggio biancazzurro firmato da Finocchio allo scadere del primo tempo.. Il prossimo appuntamento per Lupoli e compagni è previsto per domenica 5 dicembre, quando al “Ballotta” arriverà la Bagnolese, già affrontata al turno preliminare di Coppa Italia.

C’è equilibrio nelle prime battute della frazione d’apertura, con il Borgo San Donnino che si fa vedere in zona offensiva al 5’ con un cross da destra di Finocchio verso Lancellotti, che manca lo specchio della porta con un colpo di testa da distanza ravvicinata. La reazione dei ragazzi di Amelia non si fa attendere: al 7’ è Casarini a salvare i biancazzurri allontanando un pallone insidioso messo a centro area da Nicoli, al 12’ D’Orsi batte col sinistro dai venti metri ma la sfera si stampa sulla traversa della porta di Frattini. Al minuto 16, il Prato riparte in contropiede per vie centrali: Nicoli si invola verso lo specchio, Casarini lo mette giù e il sig. Cutrufo non ha dubbi nell’indicare il dischetto del rigore e nel mostrare il cartellino rosso nei confronti del difensore centrale del Borgo San Donnino. Dagli undici metri si presenta Maione, che va col destro in diagonale e trafigge Frattini: nonostante il gol di vantaggio e la superiorità numerica, il Prato fatica ad abbandonare la propria metà campo nell’ultimo spezzone del primo tempo lasciando l’iniziativa nelle mani degli ospiti. Il Borgo San Donnino cerca ripetutamente di pareggiare i conti: al 27’ Mehmetaj riceve da Porcari e calcia col mancino senza spaventare Pagnini, al 34’ Finocchio va al tiro da posizione centrale senza trovare la porta. Nel finale, la squadra di Baratta alza ulteriormente i giri del motore riuscendo a segnare in pieno recupero: al 46’ Finocchio, da posizione defilata, lascia partire un gran destro verso il secondo palo beffando la retroguardia toscana e il portiere Pagnini per la marcatura dell’1-1.

Nella ripresa succede poco o nulla nel primo quarto d’ora: il Prato, in undici contro dieci, ha il pallino del gioco in mano ma spaventa Frattini solamente al 61’ con una conclusione dal limite tentata da Sciannamè e bloccata agevolmente a terra dal portiere del Borgo. Al 73’ Finocchio, posizionato al limite dell’area di rigore, apre sulla destra dalle parti di Lancellotti, che calcia a botta sicura trovando il riflesso con i pugni di Pagnini. Passano centottanta secondi e il Prato piazza il gol della vittoria: un’azione prolungata dei toscani viene finalizzata dal “figlio d’arte” Renzi, che si coordina per la rovesciata da distanza ravvicinata e non dà scampo a Frattini. Nelle ultime battute, il Borgo San Donnino cerca disperatamente il gol del pari ma non riesce a spaventare più di tanto la retroguardia del Prato: l’ultimo spunto interessante della gara lo firma Finocchio che, di testa sugli sviluppi di una punizione calciata da Abelli, manda la sfera di poco alta sopra la traversa al minuto 85. Dopo quattro minuti di recupero, il sig. Cutrufo decreta la fine delle ostilità: al “Torrini” vince il Prato.